Notizie

immagine La cervicalgia "colpisce" 6 italiani su 10

La cervicalgia "colpisce" 6 italiani su 10

Il dolore al collo è un malessere sempre più diffuso, se è vero che ne soffrono sei italiani su 10 e che sono circa quindici i milioni di persone che si rivolgono a ortopedici, fisiatri e fisioterapisti. Secondo Mario Manca, presidente degli Ortopedici e traumatologi ospedalieri d'Italia: "il fenomeno non accenna a diminuire, e coinvolge sempre di più un numero crescente di persone costrette a vivere con dolori ricorrenti e invalidanti al collo". Le cause della cervicalgia vanno ricondotte principalmente a postura scorretta e perfino calzature inidonee con tacchi eccessivamente alti. Con l'approssimarsi del freddo e dell'umidità, gli ortopedici ospedalieri consigliano di evitare di esporsi a fonti fredde, aria condizionata, spifferi o finestrini dell'automobile aperti quando, a volte, proprio questi ultimi possono provocare il famoso torcicollo, cioè una contrattura dolorosa di alcuni muscoli del collo, ma che non sempre si riesce a debellare con facilità.

immagine MAGNESIO E POTASSIO: a cosa servono, in quali alimenti si trovano, cosa comporta una loro carenza

MAGNESIO E POTASSIO: a cosa servono, in quali alimenti si trovano, cosa comporta una loro carenza

Magnesio e Potassio sono due minerali essenziali per il funzionamento del corpo umano.
Il magnesio (Mg) si trova per il 70% nelle ossa, il resto nei liquidi intracellulari e plasma ed è indispensabile per la costituzione dello scheletro, l’attività nervosa e muscolare, il metabolismo dei grassi e la sintesi proteica. Alimenti che lo forniscono: cereali (crusca), legumi, mandorle, anacardi, noci, bieta. Mentre il magnesio non ostacola l’assorbimento del calcio, il calcio inibisce quello del Magnesio. Inoltre, i diuretici, alcuni antibiotici e il diabete mellito aumentano notevolmente l’escrezione di magnesio attraverso i reni. Una sua carenza provoca irritabilità, anoressia, vomito, crampi muscolari.
Il potassio (K) è presente in forma di ione principalmente all’interno delle cellule e, in quantità inferiore, nei liquidi extracellulari ed è indispensabile per il funzionamento dei muscoli scheletrici e del miocardio, la regolazione dell’eccitabilità neuromuscolare, l’equilibrio acido-base (ovvero, l’insieme dei processi fisiologici atti a mantenere nel corpo un livello di acidità compatibile con lo svolgimento delle principali funzioni metaboliche) la regolazione della ritenzione idrica e della pressione osmotica. Il potassio è presente in tutti i cibi, soprattutto cereali, legumi secchi, frutta secca, banane e pesce (sgombro). Una curiosità: è particolarmente abbondante nelle foglie di tè essiccate. Una sua carenza provoca debolezza muscolare, aritmie cardiache, sonnolenza, crampi. (…) (Da Optima Salute – edizione di maggio 2015)
Leggi l’intero articolo on line